Archivi del giorno: dicembre 18, 2008

Dancing Kariba – Il tempio della musica

Dancing Kariba

Dancing Kariba

Tratto da Cubia n° 86 – Novembre 2008

All’inizio del anno 1962, un gruppo d’imprenditori ha pensato di ridare lo splendore al colle del monte Vici, costruendo su un’area storica, il famoso: dancing Kariba (nome che deriva da un ponte che attraversa un fiume africano).
Mentre una vasta area di terreno era coltivato, a frutteto, grano ecc… dove la famiglia Livi Attilio detto Giovanni ne è stata custode per oltre cento anni. Un vero paradiso, scelto come luogo di divertimento immerso in un verde di colore smeraldo, dove dall’alto dominavano questo meraviglioso tempio della musica altissime piante secolari testimoni di indimenticabili serate: degne delle più belle favole: eh….. se clì pientie li pudessa z-coor.
Nelle caldi notti di mezza estate era solito soffiare un dolce zeffiro il quale perso nell’emozione di un bacio posava lo sguardo su quel panorama incantevole.
Dal 1967, al 1969, l’Art Director Sergio Antonelli uomo arguto,e dotato di una notevole esperienza a proposito di locali poichè, il fratello Renato era a quel tempo l’ art director del famoso: Club Edenrock di Gabicce Monte, decise di assumerne la gestione con la propria famiglia del Kariba. Sergio con la sua famiglia, ha lavorato duramente con grande passione e con grande cuore, intuendo da subito quale fosse la strada giusta da seguire per riportare all’antico splendore il nome del locale sfruttandone proprio la sua ubdicazione: da subito divulgò un’intensa e diffusa pubblicità, esaltando la bellezza del locale, dove dall’alto di questo colle storico: il Kariba offriva agli occhi dei clienti un’immagine unica, con un’ incantevole panorama dove era possibile ammirare: da un lato, le tre punte delle Torri di San Marino, mentre dall’altro verso il mare, specie di notte: Riccione e Rimini, e nelle limpide serate estive, a perdita d’occhio fino a Milano Marittima. Visioni romantiche e mozzafiato, che per la loro bellezza hanno fatto palpitare molti cuori d’amore. Da qualsiasi punto di Cattolica, si poteva leggere a grandissimi caratteri cubitali l’insegna “Kariba” illuminata durante la sera.
L’art director Sergio Antonelli oltre ad esaltarne l’immagine del Kariba ,sapeva sempre intuire in ogni momento, quali fossero gli spettacoli più emozionanti e, soddisfacenti, di maggiore attrattiva per i suoi clienti infatti: i più grandi artisti dalla Mina, a Gianni Morandi, Vittoria Mongardi, Little Tony, Gloria Christian, Domenico Modugno, Sergio Endrigo ecc, furono affiancati, con la gestione di Sergio Antonelli, anche da grandi e famose orchestre, e complessi: l’orchestra di Furio Lutmann, Narcisio Parigi Pier Buongiorni, Pierfilippi, Pino Novelli, Germano Montefiori, Pier Vincenzi, Edgardo Gelli e i Mattatori, Marino Marini, il grande presentatore e cabarettista Sergio Parlato ecc…; il quartetto dei Classici, I 4 Angeli, Gli Aratari, Paolo Benzi, il divertente cabarettista Franz Drago. Tutto il personale collaborò con professionalità e simpatia per mantenere alta l’immagine del Kariba.
Trascorrere una serata al Kariba, era come immergersi all’improvviso in un mondo da sogno. Quando i clienti scendevano i gradini per accedere nel locale dinnanzi ai loro occhi appariva il locale nella sua maestosità, e nella sua bellezza (come nella nell’immagine allegata), uscendo da una realtà, ed entrando in un’altra dimensione: come in una bella fiaba di Andersen circondati da magiche figure: di dame, cavalieri, avvolti in appariscenti costumi, e circondati da un turbiniio di luci colorate, attrazioni, balli, da mille e una notte accompagnati da fantastiche musiche coinvolgenti e al limite della realtà. Serate all’insegna della seduzione, e del divertimento ancora vive nei miei ricordi, (poiché a quel tempo facevo parte del gruppo dei 4 Angeli) e di coloro che hanno frequentato questo bel tempio della musica.
L’eleganza era di casa al Kariba, sopratutto le donne sempre avvolte in bellissimi abiti da sera, e in particolare quando si eleggevano le miss. Bellissime automobili facevano da corrnice
nel parcheggio. Anche nelle successive gestioni il colle del Monte Vici ha visto passare tantissimi artisti che, hanno lasciato con la loro presenza ricordi indimenticabili d’un tempo che non tornerà più nel: Tempio della Musica.

Ringrazio per la preziosa collaborazione la Sig.ra Antonelli e famiglia,il sig: Livi Mario, inoltre la fotolitografia Marchi & Marchi per la pubblicazione della bellissima immagine del Kariba, realizzata da Alberto Marchi.

Di Roberto Bozza

2 commenti

Archiviato in Ricordi

Sere di Maggio – di Riccardo Bertozzi

Senza respiro

Senza respiro

Tratto da Cubia n° 86 – Novembre 2008

Riccardo Bertozzi ha scritto un nuovo libro in attesa di pubblicazione, dal titolo “Senza respiro”
tra le tante vi è anche la poesia “Sere di Maggio

Il fresco delle sere di maggio
dona conforto e pace al cuore.

Il profumo delle viole
riporta ad antiche primavere.

La melodia del mare
scandisce il nuovo tempo a venire.

Chiudiamo gli occhi e le luci,
e ci abbandoniamo all’amore.

(maggio 2006)

1 Commento

Archiviato in Cultura