Archivi del giorno: dicembre 21, 2008

Cooperativa Mary Poppins

Cooperativa Mary Poppins

Cooperativa Mary Poppins

Tratto da Cubia n° 84 – Settembre 2008

La Cooperativa Mary Poppins nasce nel 1993, con lo scopo di dare un significativo contributo all’offerta di servizi educativi, integrativi, ricreativi, di formazione, psicologici e di sostegno, da rivolgere alle famiglie ed ai bambini/ragazzi in età 0-18.
La caratteristica che contraddistingue la Mary Poppins è che si tratta di una Cooperativa Sociale onlus, costituita da soci tutti in possesso di competenze e titoli di studio specifici, nata su iniziativa di alcuni soci fondatori, formati attraverso un Corso di Formazione Professionale per operatori e ricercatori dell’età evolutiva, finanziato dalla regione Emilia Romagna e dallo stesso Comune di Cattolica. L’obiettivo della Cooperativa è quello di creare ed ampliare i servizi socio-educativi come risposta professionale ai bisogni diversificati e complessi delle famiglie, integrandoli al già esistente patrimonio dei servizi pubblici, potenziando l’offerta e sostenendo la crescita in termini di qualità.
La Cooperativa Mary Poppins gestisce servizi quali: Nidi d’infanzia, Scuole Materne, Centri Estivi, Animazione, Laboratori e Gruppi Educativi, Mini Club, Sostegni scolastici (per le scuole materne, elementari, medie e superiori del territorio)e domiciliari, Corsi di Formazione ed Aggiornamento per educatori e insegnanti, Supervisioni Cliniche, Sportelli di consulenza Psicopedagogica e Familiare.
La Cooperativa è convenzionata con le Università di Urbino, Bologna e Padova, per accogliere sia i neo-laureati psicologi (o Laurea equipollente) tirocinanti, sia gli studenti del terzo anno universitario che necessitano di espletare un monte ore di tirocinio formativo pre-laurea; è inoltre riconosciuta come sede di tirocinio delle scuole di Specializzazione in Psicoterapia Istituto Freudiano per la Clinica, la Terapia e la Scienza di Roma e ISCRA, Istituto Modenese per la Specializzazione in Psicoterapia Sistematica e Relazionale e con l’Istituto Italiano di Psicoterapia Formazione e Ricerca Francesco Bonaccorsi di Milano; è anche sede di stage per enti di formazione.

di Giuseppe Ricci

1 Commento

Archiviato in Cooperative

Guerrino Bardeggia in mostra a Gradara

Guerrino Bardeggia

Guerrino Bardeggia

Tratto da Cubia n° 85 – Ottobre 2008

Ottanta opere di Guerrino Bardeggia, tra dipinti e terrecotte di piccole e grandi dimensioni, più 61 disegni-studio per il ciclo “L’Inferno di Dante”, hanno trovato degna ospitalità, per due mesi, nella splendida cornice del seicentesco palazzo Gradari-Antonioli di Gradara, la nuova sede della Banca di Credito Cooperativo di Gradara, a ridosso delle mura di cinta del borgo Malatestiano, acquistata dall’istituto bancario e ristrutturata su progetto dell’ing. Giovanni Sangiorgi.

La mostra, curata dal critico Enzo Dall’Ara, ripercorre 40 anni della vita artistica di Bardeggia, dalla piccola scultura in terracotta “La pescivendola”, del 1964, all’ultima opera “Anime incompiute”, rimasta incompiuta quando il 5 gennaio 2004 Guerrino ci ha lasciati.

Artista completo: disegnatore, pittore, scultore, incisore e poeta, Bardeggia ha descritto e dipinto, con i suoi “rossi”, la verità della vita terrena, il dolore e la sofferenza, pur dando sempre spazio nelle sue opere al sentimento della speranza, in una sorta di passaggio tra questa vita e l’al di là.

Dopo 41 anni, dunque, Bardeggia è tornato a Gradara, dove, nel lontano agosto del 1967, vinse il primo premio di pittura estemporanea organizzata dal dott. Delio Bischi per la Proloco.

I tanti visitatori della Personale, tra cui molti amici di Guerrino e importanti personalità della cultura, hanno manifestato grande ammirazione sia per le opere esposte sia per la struttura architettonica.

Un sincero ringraziamento va a tutta la BCC Gradara per la grande sensibilità mostrata verso l’artista scomparso.

di Giuseppe Badioli

1 Commento

Archiviato in Arte