Manifesto pubblico contro il Decreto Gelmini

Circolo Didattico

Circolo Didattico

Tratto da Cubia n°85 – Ottobre 2008

Cari genitori,

sentiamo l’esigenza di rendervi partecipi delle nostre riflessioni in merito a uno dei tanti cambiamenti che riguardano la scuola. Il Decreto Legge 137 dello 01-09-2008 del Ministro Gelmini, tra i vari interventi, prevede, nella scuola elementare, il ripristino della figura del maestro unico che dovrà insegnare tutte le discipline (tranne religione, come da Concordato).Il Ministro, nelle numerose interviste, ha assicurato che il Tempo Pieno non verrà eliminato, anzi verrà potenziato (come?!). Attualmente la scuola elementare funziona con due organizzazioni: una a 27 o 30 ore settimanali (Modulo); una a 40 ore settimanali (Tempo Pieno). In entrambe le organizzazioni opera un team di docenti che, con specifiche competenze derivate da una formazione pluriennale di aggiornamenti, corresponsabilmente condivide l’azione educativa. La pluralità dei docenti consente di meglio rispondere alle esigenze di una società complessa, alle sfide continue che si presentano quotidianamente, nonché alle sempre più pressanti richieste dei bambini degli anni 2000.
E allora, perchè cambiare? Ci dicono che la ragione sia economica (art.4 del Decreto).
Ma quale sarà il prezzo da pagare per contenere la spesa?
Riduzione del tempo scuola: le ore si ridurranno a 24 settimanali, a partire dalle future classi prime (anno scolastico 2009);
Maestro unico: l’insegnante diventerà un “tuttologo” privato della possibilità di confrontarsi, di collaborare, di approfondire, di rispettare i tempi di apprendimento e di crescita dei propri alunni;
l impoverimento dell’offerta formativa: senza compresenze verranno a mancare i momenti di recupero, sarà difficile organizzare attività di gruppo, diventerà impossibile effettuare uscite didattiche;
Aumento di alunni per classe: le classi aumenteranno di almeno 4/5 unità. Da operatori della scuola abbiamo cercato di trovare ragioni di natura pedagogica che giustificassero questa manovra; non avendone trovate, ci sentiamo di esprimere tutta la nostra preoccupazione per le prospettive future.
L’attuale scuola elementare pubblica italiana è valutata tra le migliori al mondo (Rapporto OCSE 2008; Rapporto TIMM PIRLS) grazie all’impegno degli insegnanti, delle famiglie e alla legislazione vigente, frutto di confronti parlamentari e di accoglimento delle istanze della società in evoluzione.
Riteniamo che qualsiasi serio cambiamento nell’ambito scolastico debba avvenire con azioni ponderate e condivise, scaturite da un dibattito aperto che coinvolga genitori, docenti, mondo della cultura. Non ci si può affidare a decreti legge, né si può pensare che l’informazione del Ministro ai propri docenti passi pressocchè esclusivamente attraverso il mezzo televisivo.

Il personale docente e non docente del Circolo Didattico di Cattolica

Annunci

2 commenti

Archiviato in Attualità

2 risposte a “Manifesto pubblico contro il Decreto Gelmini

  1. Pingback: La Scuola Italiana cambia in meglio!? « Uno sguardo su Cattolica

  2. Pingback: Le 6 novità della Gelmini « Arcobaleno Cattolica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...