Aperta la Residenza Sanitaria per Anziani “Vici-Giovannini” di Cattolica

Monsignor Mariano De Nicolò

Monsignor Mariano De Nicolò

Tratto da Cubia n° 73 – Giugno 2007

Domenica 3 giugno, davanti ad un ampio pubblico di un centinaio di intervenuti, è stata inaugurata la nuova Rsa (Residenza Sanitaria per Anziani) “Vici-Giovannini” di Cattolica. La cerimonia ha avuto inizio con un piccolo ritardo dovuto ad una presenza inattesa: ha infatti preseduto l’evento anche il Vescovo della diocesi di Rimini Monsignor Mariano De Nicolò.

Dopo il consueto taglio del nastro sono intervenuti, oltre al Vescovo, anche Ferdinando Fabbri (Presidente della Provincia di Rimini), Franco Cavalletti (Presidente del Consorzio 45) e Laura Zanzani (Direttore del Distretto Ausl di Riccione).

Monsignor De Nicolò, sottolineando il valore non solo della terza ma della sempre più raggiunta quarta età, ha inoltre posto l’accento sulla necessità di considerare l’anziano come parte integrante del gruppo familiare, non tanto un peso quanto una risorsa e una fonte di grazia. Fabbri ha aggiunto che prendersi cura degli anziani e costruire strutture specifiche fa parte delle peculiarità imprescindibili della sinistra, che si contraddistingue proprio per il fatto di prendersi cura delle fasce più deboli.

Il Sindaco ha invitato poi a parlare Franco Cavalletti, del consorzio che gestirà la struttura: quest’ultimo ha espresso a nome di tutta la cooperativa di cui è a capo la soddisfazione e l’orgoglio per essere stati scelti nella gara d’appalto in qualità di gestori, snocciolando alcuni numeri, tra cui la superficie del lotto che conta un totale di 6.580 metri quadrati (di cui 3.594 di superficie coperta). Ha inoltre rilevato l’importanza di un “Progetto della Memoria”, ovvero una proposta di salvaguardia delle testimonianze affinché le conoscenze possedute dagli ospiti della residenza e degli anziani in genere non vadano perdute.

E’ seguito l’intervento della dottoressa Zanzani, particolarmente emozionante sia per aver voluto apportare un contributo di esperienze personali sia per le citazioni ricavate dagli scritti di madre Teresa di Calcutta. Ha concluso brevemente il Sindaco di Cattolica Pietro Pazzaglini, con parole di giusta fierezza per il compimento della residenza (inizio lavori risalente al 2001) che è costata complessivamente 5.786.000 euro e che ha visto la sua conclusione grazie anche al contributo regionale di 2.530.000 euro. Infine l’appropriata e degna citazione della benefattrice che col suo lascito ha permesso la realizzazione della Rsa.

Al termine degli interventi è stato offerto dall’Avulss di Cattolica un aperitivo accompagnato dalla musica di Claudio Casadei.

La struttura, che si basa su un progetto dell’architetto Daniele Fabbri, è composta da una casa protetta che contiene 30 posti e 8 appartamenti per un totale di 16 posti, più altri 12 posti in modalità diurna e convenzionati con l’Ausl. La residenza prevede anche alcuni locali accessori, quali palestra, bar, parrucchieria, fisioterapia, ambulatori medici, uffici amministrativi. Inoltre sono inclusi: impianto climatizzazione, cucina, locali di socializzazione e zona ludica, parco protetto, cortile interno.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...