Proposta di raccolta rifiuti

 

Parco della Pace

Parco della Pace

 

 

Tratto da Cubia n° 80 – Marzo 2008

Il mago che fa sparire i rifiuti io l’ho visto con i miei occhi, ho ammirato la sua opera realizzata nella città di Chartres, capoluogo della provincia francese in cui abito, nei pressi di Parigi. Il suo nome è: Plastic Omnium Systems Urbains, una società spagnola.

Ogni anno, nella stagione estiva, spesse volte mi trovo all’incrocio del lungomare Rasi-Spinelli con via Marconi (la strada più antica di Cattolica, 1.300 anni circa, secondo un libro della De Nicolò). Proprio sotto il naso e gli occhi degli abitanti della villa omonima e di un gruppo di alberghi con piscina e sdraio, c’è tutta una serie di contenitori che “allietano” lo sguardo e l’odorato dei turisti, compreso il mio! E sicuramente ci sono altre zone del genere sparse in città.

Quando sono a Cattolica, in estate, abito in una casetta ereditata dai miei genitori, di origine marinara, in via Cantore (traversa di via Marconi), zona turistica piena di alberghi e appartamenti privati estivi. Io e mia moglie siamo soliti fare colazione, pranzo e cena nel giardinetto davanti a casa. Non è raro che ci si racconti vicende della nostra gioventù, quando fidanzati andavamo a spasso in vespa sulla panoramica: paesucoli affascinanti, borghi aggrappati sulle cime dei promontori, e la vista indescrivibile dell’immensità del mare. Anche il panorama che ammiriamo ora dal giardinetto di casa mia è perenne, ma, al posto del mare, abbiamo il “privilegio” di vedere, e sentire, la sporcizia di un contenitore posto nella strada, proprio dirimpetto a noi.

Tempo fa, su Cubia, ho letto un editoriale, a firma del direttore Paolo Saracino, che riguardava l’argomento rifiuti. La foto di copertina di quel numero mostrava dei contenitori strapieni, circondati da immondizia sparsa un po’ dappertutto. “Che schifo. Disgusto. Sporcizia. Vergogna. Mancanza di senso civico. Indignazione”: condivido in pieno i termini e le espressioni utilizzate nell’articolo, e in più ci aggiungo: estetica ripugnante… puzza… chiasso… indecenza!

Pochi mesi fa ho visto alla televisione nazionale francese un “reportage” che mostrava la cattedrale di Chartres, attorno alla quale la gran parte dei contenitori di rifiuti erano sotterrati.

Era successo che l’amministrazione di quella città aveva fatto installare nell’agglomerato urbano 200 contenitori sotterrati di nuova generazione dalla ditta Plastic Omnium. Per cui, i cittadini di Chartres versano i propri rifiuti, contenuti in sacchetti del volume massimo di 50 litri, in moduli di acciaio inossidabile emergenti dal suolo. Ai gestori di alberghi, ristoranti, pizzerie, ecc., che devono smaltire rifiuti ed imballaggi particolarmente voluminosi, è stata data in dotazione una chiave per aprire la botola dei contenitori sotterrati.

Mi sono chiesto: sarebbe possibile una soluzione del genere anche a Cattolica? In particolare: si tratta di un costo sostenibile? Mi sono risposto: se è riuscito a farlo, senza aumentare le tasse una città come Chartres, grande all’incirca quanto Rimini, con una economia essenzialmente agricola, con un turismo quasi inesistente, certamente la soluzione è alla portata delle casse comunali della Regina dell’Adriatico, in cui il turismo è l’economia principale!

Per Gian-Pietro Gorges, sindaco di Chartres, “La sfida è vinta. Abbiamo rovesciato la tendenza. L’agglomerato urbano è sempre più pulito, questo sistema ci soddisfa completamente. Permette di sincronizzare il ritiro delle immondizie casalinghe e di organizzare la selezione dei rifiuti senza aumentare la tassa per lo smaltimento dei rifiuti urbani”.

Speriamo che anche uno dei prossimi sindaci di Cattolica possa fra non molto tempo dire la stessa cosa, con soddisfazione propria, dei cittadini e dei turisti…

di Alvio Cervella

Annunci

1 Commento

Archiviato in Ambiente

Una risposta a “Proposta di raccolta rifiuti

  1. Pingback: Approvato il bilancio dal Consiglio Comunale a Cattolica « Blog scacchi Regina Cattolica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...