Cattolica – compimento della darsena nel 1934

Nuova darsena

Nuova darsena

Tratto da Cubia n° 77 – Dicembre 2007

Silenziosamente, così come era stata iniziata, si è pressochè ultimata una grande opera che darà sicurezza ai navigli dei nostri pescatori, e completerà l’attrezzatura tecnica del nostro porto: vale a dire la darsena.

Dopo circa due anni di lavoro un grande specchio d’acqua che circonda due ettari di superficie è stato imprigionato dalle salde mura dei moli e protetto da una profonda scogliera: e le acque un tempo perennemente agitate e frenetiche, stagnano ora in una placida sonnolenza cullando i fragili scafi delle barche da diporto e quelli tozzi dei fuoribordo immobili nei bei protetti stalli.

Perchè le grosse barche da pesca e da traffico e i petulanti pescherecci ancora non hanno preso possesso del tranquillo ancoraggio, essendo infidi i fondali, finchè le potenti draghe non avranno scavato e approfondito il fondo melmoso, e preparato la via alla processione solenne delle pittoresche paranze.

E questo è un desiderio vivissimo della numerosa classe dei pescatori di Cattolica, impazienti di prendere possesso della darsena lungamente sognata per l’addietro e ora divenuta realtà per merito della volontà dinamica del fascismo costruttore. Veramente qualche tempo fa fu mandata una modesta pirodraga che iniziò i lavori di escavazione, ma poi fu bruscamente inviata altrove senza che fino ad oggi si sia provveduto alla sostituzione.

Ora che le opere di costruzione, salvo qualche completamento e rifinitura, sono pressoché ultimate, si attende con impazienza la draga che deve mettere la darsena in condizioni di dare riassetto al naviglio: e certo la migliore stagione di quella estiva non può esservi per la condotta di tal genere di lavori.

Ma trattandosi di escavare una superficie di oltre ventimila metri quadrati il compito sarà lungo e occorre perciò di provvedere al più presto se si vuole che la darsena sia a “punto” prima della stagione invernale.

I pescatori di Cattolica, grati e fedeli al Regime per le continue prove di benevolenza e per l’efficace tutela da esso ricevuti, sono sicuri che questo loro desiderio sarà tenuto in debito conto, e prima che il duro e insidioso inverno batta alle porte, la darsena sarà pronta a ricevere in sicurezza e in pace le loro barche.

POPOLO DI ROMAGNA

(BIBLIOTECA GAMBALUNGA DI RIMINI)

a cura di Dorigo Vanzolini

Lascia un commento

Archiviato in Ricordi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...