Michele Luppi insegna una musica da Alternoteca

Michele Luppi

Michele Luppi

Tratto da Cubia n° 88 – Gennaio 2009

Si, vogliamo divertirci, e divertire, regalare qualcosa di davvero speciale al nostro pubblico, qualcosa di altamente istruttivo, interessante e ricco di un bagaglio culturale enorme.
Questo è il presupposto da cui parte l’associazione Alternoteca nel presentare il seguito del progetto didattico-musicale inaugurato nel dicembre 2007 con lo stesso artista, proposto per la seconda volta lo scorso 8 dicembre: Michele Luppi.
Il successo della prima edizione s’è ripetuto nuovamente con più di 60 partecipanti, che hanno dimostrato grande interesse ed entusiasmo. Questo secondo workshop è stato più lungo ed approfondito del precedente, prova dell’enorme esperienza e loquacità dell’artista emiliano, che ha descritto in maniera chiara ed impeccabile il suo personale metodo di canto ed il proprio approccio alla musica, toccando anche argomenti più precisi e complessi quali psicoacustica, percezione del suono, struttura e funzionalità dei microfoni da studio e da live, e anche preziosi accenni sul suo personale metodo di registrazione.
Michele Luppi, cantante, tastierista e produttore, nato a Reggio Emilia nel 1974, diplomato al VIT di Los Angeles, oggi celebre in tutta Italia e nel mondo per le sue collaborazioni con artisti internazionali di altissimo livello, autore di uno splendido disco solista (“Strive”, 2005), voce di altri innumerevoli album in campo Rock/AOR/Metal e partecipe di due tournè mondiali con Umberto Tozzi e una con i Vision Divine, ha dimostrato una grande sensibilità ed emozione verso il proprio pubblico, rendendolo partecipe ed attivo alla lezione.
Perché la meravigliosa voce del cantante italiano, stimato dai maggior media come uno dei migliori singer del momento, non è solo un dono di natura o il merito di uno studio incessante e di tanta devozione alla musica, ma è anche il risultato di un continuo confronto con il proprio pubblico, con gli allievi e i musicisti di tutte le culture e ogni dove.
Oltre al corso della lezione, durata quasi 7 ore (!), Michele ha inoltre riservato un enorme spazio agli approfondimenti individuali, alle domande collettive, alle fotografie, dediche ed autografi.
Insomma, Michele Luppi è un musicista vicinissimo al profilo pubblico, una persona umile, gentile, disponibile e con uno spiccato senso dell’umorismo, una star con i piedi per terra, come lui stesso si definisce nella sua canzone “I don’t wanna be a star“.
Prima di concludere l’articolo con le parole dello stesso Michele, vorrei ringraziare, per conto dell’Associazione Alternoteca, il Comune di Cattolica – nell’assessorato alle politiche giovanili -, la BCC di Gradara, la Nuova TCM srl, l’associazione Zavatta, Stefano Giuliani.
Questa disciplina dev’essere alimentata non solo dalle singole giornate ma stimolando lo studio individuale, fondamentale per una qualsiasi riuscita.
Sono felice ed onorato di aver fatto parte di un progetto che ha per fine dei valori importanti come la musica, la disciplina ed il condividere esperienze.

Di Daniela Badioli

Annunci

1 Commento

Archiviato in Cultura

Una risposta a “Michele Luppi insegna una musica da Alternoteca

  1. E’ un artista … con un carisma che non si riesce a decrivere…. non ci sono parole…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...