Zona Cesarini

 

Zona Cesarini

Zona Cesarini

 

 

Tratto da Cubia n° 89 – Febbraio 2009

La vita di Renato Cesarini, mitico calciatore della Juventus, passato alla storia per il suo gol nei minuti finali di una partita della nazionale, e le vicende dell’emigrazione italiana in un interessante spettacolo musicale al Teatro della Regina realizzato da ItinerArte

Il 22 gennaio scorso l’Associazione “ItinerArte” ha presentato al teatro Regina di Cattolica, con il Patrocinio del Comune di Cattolica e della Fondazione Monte Titano, l’opera teatrale “Zona Cesarini“.

Lo spettacolo narra la storia di uno dei più eclatanti geni del pallone del secolo scorso: Renato Cesarini.

Con la storia del giocatore, nato a Senigallia nel 1906, si ripercrono le tappe dell’emigrazione italiana in Argentina e via via tutti gli avvenimenti più importanti del secolo scorso, fino alla morte dell’atleta nel 1969.

“Renato Cesarini – ci dice il regista dello spettacolo, Giorgio Santi – è l’esempio del riscatto di tanti emigrati che dovevano sopportare una vita di stenti e fatiche immani. Ma El Tano (l’italiano), come lo chiamano a Buenos Aires, era soprattutto un uomo, un uomo coraggioso e con una voglia di vivere irrefrenabile che lo portava ad essere amato da tutti, nonostante i suoi scherzi feroci e le pazzie da istrione fatte sempre con un sorriso ammaliante sotto il suo ciuffo impertinente.

Don Renato venne soprannominato “la biblia del futbol” per le sue innovative tecniche d’allenamento e perché sapeva parlare toccando le corde più profonde dei ragazzi che allenava e che fece crescere, prima uomini poi campioni, a centinaia, nel rispetto assoluto della lealtà sportiva: perché la vita è come una partita di calcio, può succedere di tutto in qualsiasi momento e bisogna essere pronti. Così diceva Cesarini ad Omar Sivori, uno dei tanti che gli deve tutto…”.

Lo spettacolo è liberamente tratto dal libro di Luca Pagliari “Zona Cesarini” con la prefazione di Alessandro Del Piero. 

L’autore, presente alla manifestazione, ha salutato il numeroso pubblico insieme ad un ex calciatore, allenato da Cesarini, ex campione della Juventus e della Nazionale, Gino Stacchini, e al campione cattolichino che dopo aver esordito nel Bologna è stato un vessillo per il Toro, Eraldo Pecci.

“Il comune di Cattolica e la Fondazione Monte Titano – prosegue Santi – attraverso gli artisti dell’associazione ItinerArte, hanno lanciato un messaggio forte e chiaro: non arrendersi mai, fino all’ultimo c’è sempre da lottare per sperare ancora nella vittoria. Questo messaggio vale nella vita come nello sport ed è stato recepito dalle tre squadre di calcio: Cattolica Calcio, Torconca e Superga, presenti con le delegazioni e i dirigenti alla serata”.

L’opera per la regia appunto di Giorgio Santi, è organizzativamente complessa e ha visto sul palco l’attore Francesco Corlianò, la voce recitante di Alessandra Giardina.

La narrazione era accompagnata da Stefano Bartolucci al pianoforte, Gabriele Zoffoli al violoncello, Stefano Marzi al clarinetto, e lo stesso Giorgio Santi alla chitarra, oltre che dalla bellissima voce di Paola Lorenzi.

Lo spettacolo si avvaleva della proiezione di immagini e video originali e storici, di preziosi documenti tratti sia dalle teche Rai, che da prestigiose fondazioni nazionali dell’emigrazione italiana.

E’ stato uno spettacolo intenso ed emozionante, che ha fatto rivivere la storia recente del’emigrazione e la vita di un uomo, un campione, un esempio.

E’ intenzione dell’Associazione ItinerArte e della Fondazione Monte Titano – conclude Giorgio Santi – rappresentare lo spettacolo in altre città o in altre occasioni, soprattutto proprio in mezzo ai nostri emigranti che ancora oggi hanno uno stretto legame con la nostra nazione, il territorio e i luoghi di nascita.

di Paolo Saracino

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cinema e Teatro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...