La “Corrida” elettorale

Trilussa

Tratto da Cubia n° 92 – Maggio 2009

Non avevano detto che una pesante crisi economica avrebbe interessato il mondo coinvolgendo le nazioni più ricche ponendo in dubbio le loro sicurezze?

Infatti la coesione sociale è messa a rischio da diversi malesseri, avvertiti specie da coloro che vivono del reddito da lavoro sempre più precario e meno proiettato nel futuro. Ma la politica nostrana vive su altre galassie e invia i propri alieni in funzione di imbonitori per le prossime elezioni.

La funzionalità ed efficienza delle istituzioni richiede uno sforzo di semplificazione e di snellimento. Rispetto alla cosiddetta Prima Repubblica sono stati compiuti notevoli passi in avanti. Sia nel Partito democratico come nel Popolo della libertà è stato avvertito che non è più possibile far durare un governo circa un anno. L’Italia necessita di diffuse opere strutturali che a volte, per la loro realizzazione, richiedono anche decenni. Quindi, va reso merito a Veltroni di essersi liberato di certi fardelli, costituiti da effervescenti manetti e cespugli che non sono riusciti a portare rappresentanti in Parlamento. Come, sull’opposto versante, è positiva la fusione tra Forza Italia e Alleanza nazionale.

Ma dalle nostre parti la lezione non è stata recepita. Partiamo dalle candidature per la Provincia in casa del Centro-destra. Allorché sono stati aperti i cancelli per le presentazioni, hanno fatto irruzione Pizzolante, Lombardi, Renzi, Zilli, Barone, con relativi padrini, ed hanno cominciato a scambiarsi sonori ceffoni al posto di mielose effusioni… E’ da un quarantennio che l’istituto provinciale viene ritenuto una fonte di intralci e inutili spese e, se non proprio da sopprimere, certamente da ridimensionare con trasferimento e accorpamento di competenze. Ma la lotta per quella poltrona è un altro discorso. Sull’altra sponda, di centrosinistra, lo spettacolo politicante ha offerto abbandoni, lacerazioni, dissidi a non finire.

Fra i tanti ospiti, la storia turistica di Cattolica ha visto illustri vacanzieri. Il celebre presentatore televisivo Corrado era solito soggiornare nella Regina, dove aveva legato solide amicizie. A lui, come noto, si deve l’invenzione della popolare trasmissione “La Corrida”. Forse, se i vari Belluzzi, Pazzaglini, Cibelli, Tamanti partecipassero alla “kermesse”, potrebbero portare a casa la palma del migliore istrione o trasformista. Ciò darebbe qualche più corposa previsione ad uno stanco turismo, rispetto all’assegnazione di una logora Bandiera Blu sulla balneabilità del nostro mare.

Gli italiani furono chiamati alle urne per un quesito referendario riguardante il finanziamento pubblico dei partiti. Il responso fu netto ed inequivocabile. Nell’ultima relazione sull’ammontare del debito pubblico, la Banca d’Italia ha fatto sapere che ogni persona, anche se neonata, deve scontare una cambiale di circa trentamila euro. Ma dov’è questa crisi?

Il totosindaco impazza. Sono sette i pretendenti al più alto seggio di palazzo Mancini e più del doppio le liste concorrenti che fanno scendere in campo le rispettive squadre. Esco per una salutare passeggiata in bicicletta e trovo i muri della città ricoperti da manifesti propagandistici. Rientro e la buca delle lettere è piena di promesse cartacee; apro il televisore e dalle emittenti locali appaiono distinti signori che chiedono di essere votati. Tutti sanno che l’immagine conta più dell’essere, quando autorevoli personalità anche sul piano morale consigliano comportamenti e stili di vita improntati a maggiore sobrietà e solidarietà.

Mi sovviene quanto affermava l’indimenticabile Trilussa: “Quanno magno so’ liberale, quanno so’ digiuno so’ socialista”.

di Giampaolo Bazzocchi

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Pensieri e Parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...