Non sono che alberi

verde_pubblico

Tratto da Cubia n° 74 – Agosto/Settembre 2007

Via Dott. Ferri è un’ importante via del centro cattolichino. Si snoda davanti al Municipio, si collega alla discesa di via Mancini e conduce alla Piazza della Repubblica, area di concerti ed eventi. Ora, quella via, non ha più alberi, ma imberbi arbusti. Ha marciapiedi nuovi, ma pare una signora agghindata alla quale abbiano ridotti i lunghissimi capelli in una corta zazzeretta. I “devastatori” dicono che le vecchie piante erano ammalate e che, con le loro radici, avevano sbilanciato, scompensato, sommosso i marciapiedi (capita, quando si lascia che esseri viventi abbiano intorno a sé non altro che pochi centimetri di terra). Quei pini io li vedevo lì da sempre, più o meno storti, faticosamente protesi verso un loro altrove. Un altrove che qualcuno si è premurosamente acconciato di trovare.

Pare, comunque, che la cosa non finisca qui. Qualcuno pensa di fare piazza pulita anche dell’alberatura di via Nazario Sauro. Via Sauro è la piccola arteria di fronte alla quale si trova chiunque arrivi a Cattolica via treno. È, infatti, perpendicolare alla Stazione ferroviaria. Stesso discorso: gli alberi sono vecchi e scuotono i marciapiedi che divengono ogni giorno più sconnessi. Ergo, le piante devono essere tagliate. Soluzione facile come bere un bicchier d’acqua e pochi minuti bastano a radere al suolo decine e decine di anni di crescita faticosa eppure ostinata.

In via Sauro io ci abito, ma questo non interessa nessuno, come è giusto. E’che molti cittadini, anche tra i miei vicini, non sono per nulla d’accordo sull’ azzeramento delle alberature; qualcuno mi ha chiesto di scrivere anche per suo conto e io, pur non appassionandomi particolarmente all’argomento, ne comprendo l’importanza e la portata ambientale ed estetica, come comprendo quando “pezzi” di Cattolica sono trattati alla stregua del cortile di casa propria (leggi zona Porto) e decine di alberi vengono considerati solo un ingombro all’”abbellimento” di certe vie.

Un antico proverbio dei Nativi americani recita: “Gli alberi sono il sostegno del cielo; se li abbattiamo, l’universo cadrà sopra di noi”.

Faticoso trovare chi sono i primitivi, vero?

di Daniela Franchini

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Pensieri e Parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...