Natale? No, elataN!

Tratto da Cubia n° 97 – Dicembre 2009

Ribaltiamo il Natale! Rovesciamo questa grande festa. Perché? Perché ciò che è bello, gioioso, fonte di vita e base del futuro, oggi lo si deve leggere al rovescio. NATALE è divenuto ELATAN.

Il suono della parola è bello anche al contrario, è bello ugualmente perché è segno di vita, di cammino, di nascita, di un mondo nuovo che si ripete in ogni bambino/a che viene tra noi.

Eppure Quel Bambino spesso l’abbiamo perso per strada, l’abbiamo dimenticato, ne abbiamo abusato, l’abbiamo tradito, l’abbiamo anche rinnegato.

elataN! Siamo nel 2009 e più che mai è elataN.

Natale rovesciato in Africa: dove la fame, le malattie, le guerre mietono vittime più che nel passato. Il Sinodo Africano tenutosi a Roma (perché non in Africa?!?) ha evidenziato emergenze e contraddizioni, pur unite a tante speranze, impensabili in questo Continente dove è apparso per la prima volta l’uomo, e dove Gesù-Dio e Uomo per eccellenza è vissuto. Natale?!

elataN! Natala rovesciato per l’America: in preda alla crisi e ad un cambiamento che forse voleva, ma non si aspettava: un Presidente nero per gli USA, una riforma agraria stitica per il Brasile, confusione politico-sociale per tanti Stati centro-sudamericani che stanno rinascendo e ricercando identità. Natale?!

elataN! Natale rovesciato per l’Asia: guerre e votazioni in un Medio Oriente senza orientamento, neppure religioso. Ricerca di atomiche più o meno pacifiche ed energetiche: non ci sono alternative? Paesi in cammino verso la democrazia a spese di… ma si esporta o si impone la democrazia? Lavoro sottopagato e inumano, visto che si rapiscono bambini per sfruttarli, un po’ più a Est… Natale?!

elataN! Natale rovesciato nella nostra vecchia Europa! Vorrei un Natale davvero al rovescio. Vorrei che ci fosse una chiusura delle luci, degli addobbi, delle corse ai negozi, agli affari, ai profitti, per dare spazio e luce al vero Natale, fatto di incontri, di relazioni, di speranza per il domani, di un futuro che non si appoggi al consumismo, ma si avvii alla riduzione consapevole e comunitaria dell’eccesso che ci sembra divenuto necessità, ma necessità non è che grava sulle spalle di tanti fratelli e sorelle in difficoltà.

Pensiamoci bene per l’elataN e…

Buon Natale!

di Magda Gaetani

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Copertina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...