Una siringa nel parco!…

Tratto da Cubia n° 100 – Marzo 2010

Eravamo lì: io e le mie amiche, stavamo passeggiando in mezzo alla via dl Parco della Pace quando all’improvviso la vedemmo – una siringa con ancora l’ago. Parco o psicodramma!? Abbiamo pensato, rimanendo stupite da quella visione così sbagliata. Insomma non ci saremmo rimaste così male se quello in cui ci trovavamo fosse stato un ospedale psichiatrico. Ma in un parco per bambini, la cosa non era molto salutare: provate a pensare ad un bambino che vede quello strumento così strano contenente chissà quale porcheria. Tutto cominciò quando i nostri cani fiutarono qualcosa e quella cosa avrebbe potuto dimostrarsi un pericolo anche per loro. Sì, proprio una porcheria, se no, come la definireste? Il peggio è che la gente fa come se niente fosse, come se niente fosse successo. Non è solo una questione “salutare” ma anche estetica: cosa farebbe un turista se vedesse quell’orribile spettacolo? La risposta è una: provvedere a questa cosa in maniera civica e corretta, così che non capitino altri incidenti del genere.

L.P e L.F (IIC)

Lascia un commento

Archiviato in Attualità

C’è ospedale, stazione…

Tratto da Cubia n° 100 – Marzo 2010

Io la mia città la vedo bella dal punto di vista turistico e brutta dal punto di vista estetico, perché le raccolte delle immondizie non si fanno differenziate e il parco più bello di Cattolica è il più sporco: l’acqua è verde da quanto è sporca. Alcune case sono molto piccole e sono molto vicine. A me piace vivere in questa cittadina perché si sta bene a parte il fatto dei gatti e dei cani. Io vorrei che fosse più pulita e più ordinata. Un punto positivo della mia città è quello di essere provvista di un ospedale, una stazione e molti centri sportivi per chi vuole fare sport.

S.L. (IIB)

Lascia un commento

Archiviato in Attualità

Perché fanno tutti quegli edifici?…

verde pubblico

Tratto da Cubia n° 100 – Marzo 2010

Cattolica un tempo cittadina verde e rigogliosa oggi sta diventando un cantiere continuo. Basti pensare alla via Francesca da Rimini, strada che un tempo era prevalentemente ricoperta di prati. Sfortunatamente essa non è l’unica: anche in via Carpignola si sta progettando di togliere il verde per fare spazio ad un cinema. Insomma si può dire che non ha più un filo d’erba: le uniche aree naturali sono quelle protette. Bèh, non intendo che dobbiamo vivere in mezzo ai campi, ma nemmeno tra i cantieri… Questa cosa è sbagliatissima, specialmente in questo momento nel quale dovremmo impegnarci per aiutare il pianeta. Ricorrendo all’esempio di prima, potremmo dire che dove ora c’è il cemento prima vi erano campi vastissimi. Il concetto è questo: ormai nessuno ha spazio per fare jogging, per passeggiare col proprio cane o semplicemente per prendere un po’ di aria fresca. Stando alle descrizioni dei cittadini più anziani, una volta, nemmeno in via Bovio c’erano tutti quei palazzi! Il vero problema è uno: perché fanno tutti quegli edifici se Cattolica ne ha già a sufficienza? Speriamo che scrivendo questo articolo il Comune possa accorgersi della gravità della situazione.

V.C. (IIC)

Lascia un commento

Archiviato in Attualità

Taekwondo Olimpic in trasferta a Busto Arsizio

taek wondo olimpic

Tratto da Cubia n° 100 – Marzo 2010

Trasferta positiva per il Taekwondo Olimpic Cattolica in quel di Busto Arsizio lo scorso 21 Febbraio.

Quarto posto della società al campionato interregionale organizzato dal comitato Lombardia della federazione italiana, su oltre 30 società provenienti da tutta la penisola compreso il gruppo sportivo dei carabinieri, dietro Tricolore Reggio Emilia (1° class.), Harangwan Roma (2° class.), Evolution Piemonte (3° class.).

Tre gli ori: Charles Cromwell, cintura nera -80 kg, che domina la finale infliggendo all’avversario del Taekwondo Cortaccia di Bolzano un pesante ko; Simone Salvatori, cinture verdi -63 kg; Anabela Montel, cinture verdi -53 kg. Due le medaglie d’Argento: Cristian Zattoni, cinture nere -58 kg; Michele Bertuccioli, cinture nere -87 kg, artefice di una spettacolare finale persa al golden point contro un atleta della società Action San Vito (VI) (quarto round aggiuntivo a causa della parità 16 a 16 alla fine del terzo). Tre i bronzi: Andrea Barogi, cinture verdi -80 kg; Filippo Gasperoni, cinture nere -87 kg; Silvia Tamagnini, cinture nere -62 kg.

Il 27 Febbraio si sono svolti presso la palestra di Via Del Porto gli esami provinciali dei bambini per il passaggio del grado.

Lascia un commento

Archiviato in Associazioni Sportive

Circolo Nautico, stagione estiva alle porte

circolo nautico

Tratto da Cubia n° 100 – Marzo 2010

Il Circolo Nautico di Cattolica è ripartito con nomi di altissimo livello per la stagione estiva 2010. Venerdì 19 Marzo, il CNC ha ospitato Max Sirena, velista di fama mondiale, e Cino Ricci, altra colonna storica della vela italiana, in un incontro davvero significativo dal titolo “La vela. Da la nuova rivista ufficiale del CNC ad opera della dott.ssa Maria Lucia De Nicolò.

Ma il programma degli eventi 2010 è davvero ricchissimo. Da segnalare in particolare il prossimo 26 Settembre la regata dei cabinati a vela per il Trofeo Lions “Guglielmo Marconi” Città di Cattolica, che, dopo il successo del 2009 con la regata Ufo 22 dedicata proprio al premio Nobel bolognese, quest’anno sarà aperto ai cabinati a vela di ogni categoria, dai più piccoli che misurano 6 metri di lunghezza fino a quelli di oltre 13 metri.

Inoltre, dopo il successo dell’anno scorso, tornerà la manifestazione Tuna Cup (pesca d’altura), che nel 2009 presentò diverse catture (l’equipaggio primo classificato ha catturato un tonno di 111 kg.). Sempre più numerosa poi la scuola di vela per grandi e bambini (oltre 200 iscritti di media), e anche in inverno gli stessi ragazzi della squadra <Optimist> e <470> continuano ad allenarsi con impegno e costanza. Per Pasqua, ad esempio, saranno presenti come ogni anno al Lago di Garda per il Lake Garda Meeting (dal 1 al 4 Aprile). Sono poi in programma incontri per la sicurezza in mare con esperti del settore e massime autorità, mentre continua la massima collaborazione dell’equipe sicurezza del CNC con la protezione civile per il pronto intervento in mare in caso di emergenza tra Misano e Gabicce.

Ecco il programma in dettaglio. 10-11 Aprile: tappa del campionato medio Adriatico windsurf; 16 Maggio: regata cabinati a vela “Città di Cattolica”: 23 Maggio: gara di pesca allo sgombro Trofeo Fabio Binda”; 27 Giugno: campionato zonale <470> e <420>; 1 Agosto: “Adriatic Tuna Cup” e regata sociale di derive e catamarani; 8 Agosto: regata sociale “Trofeo Bauer” per derive e catamarani; 26 Settembre: Trofeo “Guglielmo Marconi”; 22 Agosto: tradizionale “Windsurfday” con il campionato nazionale surf marathon; 3 Ottobre: raduno zonale optimist juniores e cadetti. Per la pesca subacquea, in Ottobre (con data da definire), si terrà la gara nazionale di pesca subacquea “Trofeo Dott. Gatti Silvio Maria”. Naturalmente per tutta l’estate si terranno i corsi di vela della scuola vela CNC.

Organigramma 2010: presidente Tullio Badioli, vice Presidente Mario Fontemaggi, tesoriere Virgilio Maioli, consiglieri Giovanni Avanzolini, Federico Franchi, Emiliano Gaudenzi, Giorgio Grassi, Alberto Magnani, Alberto Patrianelli, Fabio Pini, Alessandro Ricci, Alessandro Rossetti, Alessandro Ticchi.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

La Menta

Tratto da Cubia n° 100 – Marzo 2010

Le posso offrire una mentina? Chi di noi non si è sentito porgere una caramella? Sospetto di alito pesante a parte, non ci abbiamo mai pensato, ma la caramella in questione prende addirittura il nome dalla pianta che le dà la fragranza: la menta.

Questa pianta aromatica del genere Mentha appartiene alla famiglia delle Labiate e ne esistono di diverse specie: la comune menta da orto (Mentha spicata) è quella generalmente utilizzata in cucina, mentre la piperita è usata per l’estrazione di un olio essenziale di largo impiego. Si tratta probabilmente di un ibrido naturale tra Mentha spicata e Mentha acquatica. Ci sono poi la mentuccia (Mentha pulegium), la menta di campo (Mentha arvensis) e quella acquatica (Mentha acquatica). Esiste anche una varietà di menta variegata, la sua caratteristica principale è senz’altro la colorazione bicolore delle foglie, verdi e panna, impiegata oggi come pianta ornamentale e non solo officinale.

La menta piperita è forse la più nota, entra nella composizione di dolciumi (caramelle di ogni tipo, gomme da masticare, sciroppi, granite, gelati, ecc), di dentifrici, colluttori, tè, ma non solo.

Eì una pianta diffusa in tutta Europa, è resistente, di facile propagazione e coltivazione, predilige una zona poco ombrosa e umida, è alta da pochi centimetri al metro si allarga notevolmente se ha spazio. I fiori sono raccolti in spighe, ha foglie ovali verde brillante dai margini seghettati, e la loro particolarità è quella di sprigionare un forte aroma caratteristico: infatti, esse sono ricoperte di ghiandole che, se strofinate, rilasciano oli volatili fortemente aromatici.

Per questa ragione, oltre che usatissima nei giardini aromatici (i giardinieri più esperti la inseriscono nei giardini vicino alle panchine o alle zone di transito pedonale), trova il suo massimo impiego nella medicina officinale per preparati erboristici.

Viene utilizzata anche in cucina, dove le foglie, sia fresche che essiccate, trovano spazio in abbinamenti con carni come agnello, anatra, montone, ma anche sulle verdure come pomodori, patate, verdure grigliate. Provare per credere.

Essiccata invece viene usata per aromatizzare tisane, dolci, cioccolato, gelati e nei liquori e cocktail. E’ usata per le sue proprietà digestive, ha capacità balsamiche e decongestionanti dell’apparato respiratorio, fluidificante delle mucose; ha proprietà rinfrescanti e deodoranti dell’alito e, grazie alle sue proprietà antisettiche, è utile per la cura delle stomatiti e delle afte.

La raccolta della menta viene fatta quando la pianta è completamente fiorita e portata nelle apposite distillerie, mentre per uso domestico viene essiccata in luogo fresco e arieggiato.

Secondo la leggenda, il nome di questa pianta deriva dal nome della ninfa Minthe o Myntha che venne trasformata in pianta da Prosperina; in tempi antichi era considerata simbolo di ospitalità e si strofinavano le foglie di menta sul tavolo per renderlo profumato e meglio accogliere gli ospiti. Addirittura si hanno notizie che Carlo Magno emanò editti tassativi per proteggere le specie e limitare al minimo lo spreco e, durante il suo regno, ne rese obbligatoria la coltura.

Il tè verde alla menta è la bevanda nazionale in Marocco, preparato con tè verde cinese, rametti di menta fresca e molto zucchero.

Una curiosità: l’olio essenziale di menta contiene il mentolo, un alcool che a contatto con la pelle o le mucose produce una caratteristica sensazionale di frescura; la sua presenza blocca i recettori cutanei sensibili al caldo, ed il cervello interpreta questa azione restituendo una sensazione di freddo al resto dell’organismo

di Marina Andruccioli

Lascia un commento

Archiviato in Ambiente

Bisogna pulire il centro…

Tratto da Cubia n° 100 – Marzo 2010

La mia città è Cattolica, è molto interessante specialmente in estate, quando le strade sono piene di turisti, gente che va con la bici, il traffico delle macchine. Invece in inverno Cattolica sembra un deserto, non c’è gente che va e viene, a parte qualche persona, le macchine si vedono solo per andare al lavoro e accompagnare i propri figli a scuola e a casa. E’ molto bella a parte per qualche problema: il parco della pace è inquinato da cartacce, sigarette ecc. Infatti questo problema fa diminuire la presenza dei bambini. Anche le strade sono un problema perché piene di buchi e questo succede per le ristrutturazioni perché ci mettono un mese per finire! Anche il centro è un po’ malridotto, è pieno di cartacce qua e là, siccome il centro è un luogo di ritrovo per i ragazzi e i bambini che si divertono a mettersi sul guscio delle tartarughe per spruzzarsi, bisognerebbe pulirlo per la nostra salute. Spero che il Sindaco riesca a risolvere questi problemi: lo dico per i bambini, per noi ragazzi e per tanti altri.

I.R. (IIB)

Lascia un commento

Archiviato in Attualità