Archivi tag: Centro Giovani

Relazione bilancio 2001 Città di Cattolica

pressione fiscale

Tratto da Cubia n° 10 – Marzo 2001

La relazione del bilancio 2001 comincia con una premessa “politica”, in cui l’assessore Piva spiega come mai lo Stato stia allentando la pressione fiscale, mentre gli Enti Locali la vadano accentuando.

Nell’ultimo decennio – si legge nella relazione – la Finanza Locale si è profondamente trasformata, con la progressiva compressione della finanza derivata, cioè dei trasferimenti di fondi dallo Stato, ed il conseguente contemporaneo aumento della finanza propria, costituita principalmente da I.C.I., I.R.A.P. e T.A.R.S.U.

Il motivo di questo cambiamento?

L’esigenza di risanare il debito pubblico, spiega l’assessore al Bilancio, secondo il quale “questo processo iniziato e non ancora concluso vedrà nel volgere di qualche anno un continuo aggravio di costi per il cittadino e terminerà allorquando gli Enti Locali saranno completamente autonomi per i propri fabbisogni“.

Detto questo, l’assessore elenca i criteri su cui si basa il bilancio di previsione 2001 del nostro Comune:

1. Contenimento dei costi del personale.

2. Proseguimento delle modalità di grande rigore e concorrenza nell’acquisto di beni e servizi.

3. Aggiornamento delle tariffe per i servizi a domanda individuale aggiornate all’inflazione.

4. Programmazione di una politica del patrimonio immobiliare comunale.

5. Un’attenta politica degli investimenti.

6. L’attribuzione di budget ai Dirigenti.

7 Riproposizione dell’accordo con le OO.SS per l’abbattimento della pressione fiscale.

8. Un’attenta politica ambientale, che deve vedere incrementato il livello della raccolta differenziata.

Il limite che ci siamo posti nella stesura di questo bilancio – dice Piva – è quello di non arretrare rispetto alla qualità di vita raggiunta“.

La relazione tratta poi della politica degli investimenti, imperniata su due filoni: il Lavoro ed il Sociale.

Per il Turismo, principale fonte di lavoro per Cattolica, si prevede la “partecipazione a tutte le più importanti fiere d’Europa, per promuovere la nostra città, e di continuare nella politica della riqualificazione urbana attraverso il rinnovo degli arredi.

Si conferma poi il secondo stralcio del piano spiaggia, la previsione per il Piano del Porto, la realizzazione del nuovo Asilo Nido e, nell’ambito sportivo, la ristrutturazione del palazzetto dello sport e la creazione di nuovi spogliatoi.

Una novità importante nel settore sociale, annunciata da Piva, riguarda la realizzazione del Centro Giovani ed Anziani che sorgerà al Parco della Pace.

Lascia un commento

Archiviato in Interviste

Che bello veder suonare i giovani a Cattolica

Centro Giovani a Cattolica

Tratto da Cubia n° 97 – Dicembre 2009

Nei giorni 14, 21 e 28 Novembre, presso il Centro Giovani di Cattolica, in via Del Prete 119, si è svolta l’VIII edizione di Rockattolica, rassegna musicale di gruppi giovanili patrocinata dal Comune di Cattolica  e dall’Assessorato alle Politiche giovanili. La manifestazione è stata inaugurata dall’assessore Astorre Mancini, il quale, nell’augurare successo alla manifestazione, si è compiaciuto per l’attività del Centro Giovani, a cui ha rivolto incoraggiamento per il futuro.

Entrando nel Centro, ho personalmente provato una grande emozione; vedendo i tanti giovani presenti, in attesa che i loro coetanei musicisti sul palco accordassero gli strumenti, un ricordo ha sfiorato la mia mente per un momento, e sono andato indietro negli anni quando, anch’io giovane pieno di entusiasmo, mi accingevo con i miei compagni di allora a salire sul palco per l’esibizione, in occasione del Festival dei giovani gruppi emergenti, tenutosi al Teatro Turismo di Riccione nel lontano 1968.

Ho ascoltato e apprezzato i primi otto gruppi che si sono succeduti durante la prima serata: tutti ragazzi molto preparati musicalmente che seguono un certo filone musicale rifacendosi ai loro idoli. Ottima musica, con cantanti -donne e uomini- molto bravi, dotati di grinta e di voci possenti, e con ottimi assoli, in particolare dei chitarristi, ma anche bravi i bassisti, i tastieristi, i batteristi. Ragazzi fortunati, almeno da questo punto di vista, perché hanno molte possibilità di studiare musica in maniera giusta, con l’ausilio di ottimi insegnanti d’esperienza; ai miei tempi, invece, era molto più difficile, in quanto non disponevamo d’una vasta scelta per quanto riguarda gli insegnanti e le scuole private, per cui, per imparare si doveva necessariamente frequentare il Conservatorio, che ti avviava agli studi classici, non alla portata di tutti.

Una bella manifestazione, questo Rockattolica, non c’è dubbio, e non sarà l’ultima, come mi ha assicurato Fabio Borra, responsabile di Alternoteca, l’associazione che gestisce il Centro Giovani, che ha in programma un calendario ricco di eventi.

Auguro ai Gruppi che si sono esibiti di trovare la strada giusta per il successo.

di Roberto Bozza

Lascia un commento

Archiviato in Cinema e Teatro

Sala prove a Cattolica

centro_giovani_sala_prove_Cattolica

Tratto da Cubia n° 93 – Giugno 2009

Sono aperte le iscrizioni alla SALA PROVE situata presso il nuovo Centro Giovani di Cattolica, Via Del Prete, 119 (Zona “NAVI”).

 

Il servizio, avviato in via sperimentale fino al 31.12.2009 dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Cattolica con la collaborazione dell’Associazione “Sergio Zavatta” ONLUS di Rimini, si inserisce nell’ambito delle attività del Progetto sovracomunale “Giovani” dei Comuni di Cattolica (Ente capofila) e San Giovanni in Marignano.

 

Il servizio si rivolge a tutti i giovani musicisti del territorio, residenti e non, nell’ampia fascia d’età di riferimento compresa tra i 14 ed i 34 anni. In caso di elevata richiesta d’accesso al servizio saranno privilegiati i gruppi musicali giovanili con al loro interno almeno un musicista residente nel Comune di Cattolica.

 

L’accesso al servizio avviene dietro PRENOTAZIONE TELEFONICA contattando i seguenti numeri:

329/4129576 oppure 328/6839114 (Daniela) dalle ore 15 alle 23 dal lunedì al venerdì.

E’ previsto il pagamento di una quota oraria omnicomprensiva a gruppo di € 5,00. Prima dell’accesso al servizio è necessario compilare un MODULO d’ISCRIZIONE contenente i dati del gruppo che andrà consegnata all’operatore presente presso il Centro Giovani in occasione della prima prova.

 

Questi i giorni ed i turni di prova in cui sarà attivo il servizio di SALA PROVE a partire da mercoledì 24 giugno 2009:  MARTEDI’ – MERCOLEDI’ – GIOVEDI’ dalle 18 alle  20 e dalle 20 alle 22.

 

Per ulteriori informazioni: Ufficio Politiche Giovanili: 0541/966543 – email: barbarab@cattolica.net

Lascia un commento

Archiviato in Attualità

Il Centro Giovani di Cattolica: le regole, i problemi

 

Centro Giovani

Centro Giovani

 

 

Tratto da Cubia n° 90 – Marzo 2009

Ho sotto gli occhi il regolamento per la gestione del centro giovani di via Del Prete, 121 a Cattolica, che si compone di 9 articoli.
Su tale struttura erano state alimentate aspirazioni che a causa di problemi tecnici non si sono ancora concretizzate, vedi Rockattolica o corsi dell’Associazione Alternoteca che sono stati spostati al Centro Giovanni Vici.
Occorre precisare che l’immobile sarà acquisito, al 21 marzo 2009 questo non è ancora avvenuto, dal Comune di Cattolica in comodato d’uso gratuito per anni 20 dalla Società Hotel Beaurivage di Fuzzi Alessandra e C. ed è stata espressamente destinata dall’Amministrazione Comunale a “Sala Prove e Centro di aggregazione giovanile”.
Il Centro Giovani si configura come una struttura rivolta alla popolazione giovanile del territorio, con particolare riferimento alla fascia di età compresa tra i 14 ed i 34 anni.
Nell’Art. 3, sotto la voce FINALITA’ è scritto chiaramente che “A salvaguardia della sua autonomia il Centro non ha nessuna connotazione politica.”
Le attività saranno organizzate sia direttamente dal Comune sia indirettamente per il tramite delle Associazioni giovanili, degli Enti e/o delle altre realtà che già collaborano stabilmente con l’Amministrazione Comunale nella realizzazione di progetti educativi e/o di socializzazione rivolte ai giovani.
Tutte le attività svolte all’interno del Centro vedranno sempre la presenza di animatori/educatori che saranno a tutti gli effetti i referenti delle singole attività condotte.
Compete al settore 6 Scuola – Politiche Sociali, ed in particolare all’Ufficio Politiche Giovanili, la predisposizione di un calendario annuale di massima delle attività previste all’interno del Centro, l’approvazione di eventuali attività e/o progetti che avranno sede presso il suddetto, l’erogazione di eventuali contributi alle Associazioni che propongono la realizzazione al suo interno di iniziative, progetti e/o eventi rivolti ai giovani e considerati validi e meritevoli di attenzione, l’individuazione delle forme più opportune di collaborazione con le Associazioni giovanili presenti al suo interno.
Nel regolamento vi è anche un dettagliato art.8 nel quale si prevede l’utilizzo degli spazi da parte di terzi; alcuni cittadini di Cattolica non condividono l’idea d’inserire delle tariffe, orarie e giornaliere, per poter usufruire della struttura, poiché le manifestazioni che eventualmente fossero approvate, non devono prevedere il fine di lucro ed anche la stipula di una assicurazione che copra danni civili verso terzi, rende troppo burocratica la procedura di richiesta di uso.
Occorre rendersi conto che questo immobile non viene destinato ad uso come “Centro Sociale Autogestito”, ma al contrario a struttura di cui l’Amministrazione Comunale, delegandone la gestione agli uffici competenti, ne controlla le attività ed i suoi usufruitori.
Comunque l’Art. 9 prevede delle modifiche al regolamento, che potrà essere modificato, tutto o in parte, con delibera di Consiglio Comunale a seguito di eventuali problematicità e/o criticità che potrebbero essere riscontrate nel corso del suo utilizzo.
Corrado Augias afferma: “La storia a volte può essere manipolata, anche dagli storici che cercano di ricostruirla, ma è ciò che uno sa, la fede è ciò che uno sente, per vocazione, per fiducia, o per altre ragioni”; personalmente sono contrariato per questi ritardi tecnici che sono certo non possano essere addebitati all’Ufficio Politiche Giovanili ed in special modo a Barbara Bartolucci, sto’ seguendo con estremo interesse i corsi promossi da Alternoteca e confido, che chi si è e si sta ancora prodigando per rendere agibile questa struttura, lo faccia nell’interesse dei cattolichini tutti!
In fondo la democrazia si basa su un dare ed un avere, un compromesso economico per un bene comune, che quando nasce qualcosa di nuovo finisce anche per esser ideologico.

di Massimiliano Ferri

2 commenti

Archiviato in Attualità