Archivi tag: Gandhi

Marcia Mondiale per la Pace

Marcia-Mondiale-per-la-Pace

Tratto da Cubia n° 95 – Ottobre 2009

Dal 7 al 12 Novembre del 2009 la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza percorrerà l’Italia, chiedendo la scomparsa delle armi nucleari, la riduzione progressiva e proporzionale degli armamenti, l’impegno del governo alla pace nel paese e ad odoperarsi per la soluzione nonviolenta dei conflitti in corso nel mondo.

La tappa italiana è a circa la metà del percorso della Marcia Mondiale, iniziata in Nuova Zelanda il 2 Ottobre, anniversario della nascita di Gandhi. Dopo aver attraversato l’Asia, parte dell’Europa ed essersi unita a Ginevra all’affluente proveniente dal Medio Oriente e dai Balcani, giungerà a Milano proseguirà per Firenze e Roma e si riunirà ad Attigliano. In concomitanza con il suo passaggio nelle città si realizzeranno festival, incontri, concerti, manifestazioni, forum, ecc…

Dall’Italia si dirigerà in Spagna, Africa, Sudamerica, per concludersi il 2 Gennaio 2010 a Punta de Vacas sulla Cordigliera delle Ande al confine tra l’Argentina e il Cile. Coprirà complessivamente una distanza di 100.000 km via terra, con tratti per mare e per cielo.

Questa iniziativa, promossa dall’Associazione Mondo senza Guerre, ha preso corpo con l’adesione di centinaia di organizzazioni nel mondo tra le quali la Croce Rossa e Amnesty International.

Il Calendario della Marcia in Italia

7 Novembre (orario da definire): arrivo a Trieste;

8 Novembre:

  • mattina: Aviano
  • pomeriggio: Vicenza

9 Novembre (mattina): ONU Ginevra;

10 Novembre: Milano, Torino e Genova;

11 Novembre: Bologna, Firenze, Attigliano, Napoli;

12 Novembre: Roma

Lascia un commento

Archiviato in Solidarietà

Shalom!

 

PACE

PACE

 

 

Tratto da Cubia n° 50 Marzo 2005

La parola ebraica shalom, che noi traduciamo “pace”, si riferisce ad un cambiamento prodotto da Dio, che è fonte di felicità, realizzazione dell’esistenza, vita. Questo vale per ogni uomo della Terra, dal cristiano al mussulmano, all’induista, all’animista, all’ateo e…

Per questo cambiamento, Dio vuole il nostro aiuto, Dio ha bisogno di noi. Dice Alex Zanotelli: la pace va di pari passo con la giustizia, non si crea pace se non si opera “per” la giustizia. Come possiamo chiedere e dire: ci vuole la pace, quando noi, e il mondo che abbiamo intorno, spingiamo verso tante piccole e grandi ingiustizie? Riflettiamo su questa piccola frase di un grande uomo, Gandhi: “Tuto ciò che sprechiamo è come se lo avessimo rubato“.

Pensate un po’ che ladri siamo! Pensate un po’ quanti ladri siamo!! Pensate ancora quanti fratelli, sorelle, popoli derubiamo con la nostra opulenza ed il nostro spreco! Senza dimenticare Sorella Natura, anche lei defraudata e privata del suo essenziale: dal mondo ricco, per egoismo; dal mondo povero, per necessità!!!

Dio tuttavia ci dice che noi siamo a sua immagine, siamo suoi figli e, se vogliamo, possiamo fare tanto per realizzare la nostra esistenza, e così vivere veramente liberi dalle superficialità. generosi verso i nostri figli, gioiosi e non assillanti con i nostri figli, sereni nel nostro lavoro (dove lavoro vuol dire realizzazione di sé e non alienazione), giocosi con la natura e gli animali (amici di vita e non sostituti degli affetti che ci mancano).

Per tanti questa è utopia, forse. Credo tuttavia che sia raggiungibile. Non è un sogno, il sogno rimane fine a se stesso. L’utopia invece implica la speranza, e proprio la speranza, anche oggi, nel nostro tempo ricco e sfrontato, ma anche povero e scoraggiato, si ritrova nella Festa della Resurrezione. Gesù vince la Morte, la Fine, e ci propone la Vita: questa vita, donataci per volgerla al servizio degli altri, volta alla condivisione e alla collaborazione, non alla prevaricazione, allo sfondare, a dimostrare quanto si vale.

Andando verso Pasqua cerchiamo di tenere presente, nelle nostre scelte, ciò che Dio ci ha indicato con “shalom”, proprio perché per noi, per le nostre famiglie e per tutte le creature, Pasqua significhi veramente shalom.

di Magda Gaetani

Lascia un commento

Archiviato in Attualità