Archivi tag: Maria Lucia De Nicolò

Circolo Nautico, stagione estiva alle porte

circolo nautico

Tratto da Cubia n° 100 – Marzo 2010

Il Circolo Nautico di Cattolica è ripartito con nomi di altissimo livello per la stagione estiva 2010. Venerdì 19 Marzo, il CNC ha ospitato Max Sirena, velista di fama mondiale, e Cino Ricci, altra colonna storica della vela italiana, in un incontro davvero significativo dal titolo “La vela. Da la nuova rivista ufficiale del CNC ad opera della dott.ssa Maria Lucia De Nicolò.

Ma il programma degli eventi 2010 è davvero ricchissimo. Da segnalare in particolare il prossimo 26 Settembre la regata dei cabinati a vela per il Trofeo Lions “Guglielmo Marconi” Città di Cattolica, che, dopo il successo del 2009 con la regata Ufo 22 dedicata proprio al premio Nobel bolognese, quest’anno sarà aperto ai cabinati a vela di ogni categoria, dai più piccoli che misurano 6 metri di lunghezza fino a quelli di oltre 13 metri.

Inoltre, dopo il successo dell’anno scorso, tornerà la manifestazione Tuna Cup (pesca d’altura), che nel 2009 presentò diverse catture (l’equipaggio primo classificato ha catturato un tonno di 111 kg.). Sempre più numerosa poi la scuola di vela per grandi e bambini (oltre 200 iscritti di media), e anche in inverno gli stessi ragazzi della squadra <Optimist> e <470> continuano ad allenarsi con impegno e costanza. Per Pasqua, ad esempio, saranno presenti come ogni anno al Lago di Garda per il Lake Garda Meeting (dal 1 al 4 Aprile). Sono poi in programma incontri per la sicurezza in mare con esperti del settore e massime autorità, mentre continua la massima collaborazione dell’equipe sicurezza del CNC con la protezione civile per il pronto intervento in mare in caso di emergenza tra Misano e Gabicce.

Ecco il programma in dettaglio. 10-11 Aprile: tappa del campionato medio Adriatico windsurf; 16 Maggio: regata cabinati a vela “Città di Cattolica”: 23 Maggio: gara di pesca allo sgombro Trofeo Fabio Binda”; 27 Giugno: campionato zonale <470> e <420>; 1 Agosto: “Adriatic Tuna Cup” e regata sociale di derive e catamarani; 8 Agosto: regata sociale “Trofeo Bauer” per derive e catamarani; 26 Settembre: Trofeo “Guglielmo Marconi”; 22 Agosto: tradizionale “Windsurfday” con il campionato nazionale surf marathon; 3 Ottobre: raduno zonale optimist juniores e cadetti. Per la pesca subacquea, in Ottobre (con data da definire), si terrà la gara nazionale di pesca subacquea “Trofeo Dott. Gatti Silvio Maria”. Naturalmente per tutta l’estate si terranno i corsi di vela della scuola vela CNC.

Organigramma 2010: presidente Tullio Badioli, vice Presidente Mario Fontemaggi, tesoriere Virgilio Maioli, consiglieri Giovanni Avanzolini, Federico Franchi, Emiliano Gaudenzi, Giorgio Grassi, Alberto Magnani, Alberto Patrianelli, Fabio Pini, Alessandro Ricci, Alessandro Rossetti, Alessandro Ticchi.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Il Senso del Mare

senso_del_mare

Tratto da Cubia n° 55 – Ottobre 2005

L’Amministrazione comunale di Cattolica, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Rimini e dell’Università di Bologna, promuove un nuovo progetto culturale dedicato al Mediterraneo e, più in generale, al mare inteso come realtà geografica, economica, culturale e sociale. “Il senso del mare” è il titolo del progetto, ideato da Maria Lucia De Nicolò, che mira a promuovere la città quale punto di riferimento della cultura del mare, scoprendo e sviluppando le molteplici connessioni fra scienza e suggestione, storia e mito, politica ed economica, società e spirito ludico attraverso una serie di incontro culturali di respiro internazionale, interregionale e locale tra loro correlati. L’intera città diverrà un palcoscenico in cui saranno impegnate non solo le figure istituzionali e i centri della cultura (biblioteca, teatri, museo), ma anche le altre componenti sociali e produttive legate al mare.

Si tratta di un progetto impegnativo, che prende l’avvio con un ciclo di sette conferenze che si terranno presso il Centro Culturale Polivalente dal 5 Novembre al 17 Dicembre, con il coinvolgimento di alcuni prestigiosi studiosi che svilupperanno alcuni temi salienti delle rispettive discipline e competenze assumendo quale denominatore comune il mare. Ciò che si vuol promuovere è un versatile e per certi intrigante contenitore legato alla città di Cattolica, capace di trasmettere suggestioni, conoscenze, proposte, aspettative e dinamiche di un Mediterraneo, e più genericamente del mare, esaminato nell’incontro tra passato e futuro.

Lascia un commento

Archiviato in Cultura

Donne in movimento a Cattolica

anfora_a_due_mani

Tratto da Cubia n° 92 – Maggio 2009

A Cattolica le donne non si fermano ma fanno di tutto per attirare l’attenzione mediatica sulla questione femminile anche alla luce dei nuovi fatti di sangue che hanno tragicamente segnato il nostro vivere civile. In nome di un sentirsi tutti uguali, tutte ugualmente esposte unicamente perché femmine.

Varie associazioni ed enti istituzionali, pubblici e privati o di volontariato, hanno sostenuto pubblicamente la “Rete antiviolenza della Provincia di Rimini”, una realtà importante che tende a costruire un “sistema” di tutele, di garanzie, di solidarietà che passa anche attraverso un discorso di prevenzione e di informazione, ma riconosce la necessità di azioni positive a favore della salute fisica e psichica delle donne maltrattate.

In questo quadro va letta l’adesione del Comune di Cattolica alla “Staffetta contro la violenza sulle donne“, iniziativa nazionale promossa dall’Unione donne Italiane che da Novembre 2008 a Novembre 2009, partita da Niscemi dove è stata assassinata Lorena, toccherà tutti i comuni italiani interessati, dove le donne hanno pagato ancora un prezzo troppo alto alla propria differenza di genere, e terminerà a Brescia dove è stata barbaramente uccisa Hiina. Ma anche il Riminese ha le sue vittime, tra cui la nostra concittadina Loretta, uccisa da un raptus del marito.

A Cattolica, davanti al Palazzo comunale alle 12 di venerdì 7 Maggio, un folto gruppo di donne ha accolto il pullman che trasportava l’anfora che simbolicamente due donne dovevano passare ad altre due, realizzando appunto la staffetta, che vuole dire solidarietà su tutto il suolo nazionale contro la violenza. Immancabile Leonina Grossi, Consigliera di Parità per la Provincia di Rimini. Erano presenti il Sindaco Pietro Pazzaglini, l’Assessore Alba Di Giovanni, alcuni membri della giunta e tanti cittadini e dipendenti dell’Amministrazione.

Di violenza contro le donne e di Pari opportunità si era parlato anche al teatro Snaporaz di Cattolica il 10 Marzo alla “Festa della donna“, organizzata dalle donne del partito Democratico, quando Leonina Grossi aveva spiazzato i presenti in sala parlando dell’iniziativa “Io scommetto che ci riesco”, realizzata con grande successo a Rimini, un corso per l’acquisizione di abilità domestiche per soli maschietti ai fini di creare “l’Homo domesticus evolutus”, grande esempio di civiltà e di creatività romagnola. Allo stesso tavolo l’Avv. Alba Di Giovanni, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Cattolica, aveva ripercorso le difficili tappe dell’emancipazione femminile in epoca contemporanea citando la legge sul divorzio, quella sulla maternità libera e consapevole, l’istituzione dei consultori, fino ai moderni centri anti-violenza.

Graditissima ospite di una serata all’insegna della cultura Maria Lucia De Nicolò, storica del Mediterraneo in età Moderna all’Università di Bologna, che ci ha intrattenute scorrendo i “Destini femminili nella società marinara”, parlando della condizione femminile e della vita quotidiana dei pescatori, della vita del porto, descrivendo a tutto tondo una società solidale, ricca di valori forti dove la donna è veramente protagonista, anzi spesso si trova, nell’assenza dell’uomo, a sostituirlo anche nella cura e nell’amministrazione del patrimonio oltre che a garantire la cura dei figli. La De Nicolò ha portato numerose testimonianze di prima mano, anche fotografiche, che confluiranno in una prossima pubblicazione già molto attesa.

di Marina Ercoles

Lascia un commento

Archiviato in Solidarietà