Archivi tag: Ora di luce

Toglietemi la bellezza d’addosso

 

Rinascita (2006)

Rinascita (2006)

 

 

Tratto da Cubia n° 89 – Febbraio 2009

L’originalità artistica della pittrice cattolichina Annalisa D’Annibale, che si firma con lo pseudonimo Nicola Pepe

Il 13 febbraio si è conclusa con successo presso l’Ora di luce di Cattolica l’ultima personale di Nicola Pepe: “Toglietemi la bellezza d’addosso”.

Dietro questo pseudonimo si nasconde una cattolichina D.O.C. trapiantata a Milano: Annalisa D’Annibale.

Vissuta a Cattolica fin dalla nascita (il 2.4.1983) si è trasferita a Milano dopo le scuole superiori per frequentare lo IULM (Libera Università di Lingue e Comunicazione) e, da laureata, lavorare presso Microsoft. 

Nel 2008, decidendo di dedicarsi a tempo pieno alla pittura, si è iscritta all’Accademia di Brera, per ampliare la sua esperienza artistica e le sue conoscenze tecniche.

La sua prima produzione è concentrata sulla figura umana, in particolare quella femminile, lo stile è astratto e lineare dominato dal bianco e dal nero.

Nonostante la sua carriera artistica sia piuttosto breve, può vantare un “curriculum” di tutto rispetto.

Tra il materiale dell’ultima mostra è possibile leggere una dichiarazione (l’unica) dell’artista riguardo i nuovi lavori (ancora inediti), che lascia intuire una ulteriore evoluzione nello stile e contenuti:

“Il lavoro qui [all’accademia n.d.] procede a gonfie vele… mi manca solo lo spazio, ma è tutto dentro la mia testa e dentro dei fogli 70×100. Troppo piccoli. 

Sta cambiando lentamente il mio modo di vedere le cose, gli oggetti, le ombre, i volti e soprattutto i miei lavori! Se li vuoi, sono tuoi, tutti quanti! Per me non esistono più, non mi rappresentano. Me ne sono resa conto da sola e questo è magnifico! Impagabile! Storico!! Pensavo di non aver più niente da scoprire, che tutto fosse rivelato e poi ho scoperto. Potrei paragonarlo all’amore per l’emozione che mi provoca! L’obiettivo ora è tradurre quello che la mia mente riesce a vedere. Tradurlo in pasta di colore e tela. Questa è la parte più difficile, la cosa più frustrante, temere che la mia mente ha così chiaro!

Molti non noteranno forse la differenza come molti non hanno saputo vedere l’errore che ci vedo io ora! Che barbarie! […]

E ora che io lo so è come se stessi dietro alle quinte di uno spettacolo di magia, sorridendo beffarda perché io quei trucchi li riesco a vedere!!

Toglietemi la bellezza d’addosso. E’ tutto scritto lì!!”.

 

di Lucia Montanari

Lascia un commento

Archiviato in Arte