Archivi tag: Rockattolica

Che bello veder suonare i giovani a Cattolica

Centro Giovani a Cattolica

Tratto da Cubia n° 97 – Dicembre 2009

Nei giorni 14, 21 e 28 Novembre, presso il Centro Giovani di Cattolica, in via Del Prete 119, si è svolta l’VIII edizione di Rockattolica, rassegna musicale di gruppi giovanili patrocinata dal Comune di Cattolica  e dall’Assessorato alle Politiche giovanili. La manifestazione è stata inaugurata dall’assessore Astorre Mancini, il quale, nell’augurare successo alla manifestazione, si è compiaciuto per l’attività del Centro Giovani, a cui ha rivolto incoraggiamento per il futuro.

Entrando nel Centro, ho personalmente provato una grande emozione; vedendo i tanti giovani presenti, in attesa che i loro coetanei musicisti sul palco accordassero gli strumenti, un ricordo ha sfiorato la mia mente per un momento, e sono andato indietro negli anni quando, anch’io giovane pieno di entusiasmo, mi accingevo con i miei compagni di allora a salire sul palco per l’esibizione, in occasione del Festival dei giovani gruppi emergenti, tenutosi al Teatro Turismo di Riccione nel lontano 1968.

Ho ascoltato e apprezzato i primi otto gruppi che si sono succeduti durante la prima serata: tutti ragazzi molto preparati musicalmente che seguono un certo filone musicale rifacendosi ai loro idoli. Ottima musica, con cantanti -donne e uomini- molto bravi, dotati di grinta e di voci possenti, e con ottimi assoli, in particolare dei chitarristi, ma anche bravi i bassisti, i tastieristi, i batteristi. Ragazzi fortunati, almeno da questo punto di vista, perché hanno molte possibilità di studiare musica in maniera giusta, con l’ausilio di ottimi insegnanti d’esperienza; ai miei tempi, invece, era molto più difficile, in quanto non disponevamo d’una vasta scelta per quanto riguarda gli insegnanti e le scuole private, per cui, per imparare si doveva necessariamente frequentare il Conservatorio, che ti avviava agli studi classici, non alla portata di tutti.

Una bella manifestazione, questo Rockattolica, non c’è dubbio, e non sarà l’ultima, come mi ha assicurato Fabio Borra, responsabile di Alternoteca, l’associazione che gestisce il Centro Giovani, che ha in programma un calendario ricco di eventi.

Auguro ai Gruppi che si sono esibiti di trovare la strada giusta per il successo.

di Roberto Bozza

Lascia un commento

Archiviato in Cinema e Teatro

Associazione Alternoteca – Progetto: “Cantiere Giovane”

Associazione Alternoteca

Associazione Alternoteca

Tratto da Cubia n° 79 Febbraio 2008

L´Associazione Alternoteca è un´associazione di Promozione Sociale nata quattro anni fa dalla volontà di 4 giovani del territorio di Cattolica e San Giovanni di promuovere attività aggregative -educative rivolte alla fascia di età 14 – 30 anni.
In questi anni ha seguito diversi progetti, tra cui Rockattolica, seminari di musica, incontri dibattiti nell’ambito del progetto provinciale Belversante, laboratori teatrali, tra cui “La fantastica storia del pifferaio magico” e “Cantiere giovane”.
Proprio di quest’ultimo progetto parliamo con Fabio Borra, vicepresidente di Alternoteca.
“Cantiere Giovane è un progetto promosso dai Servizi Politiche Giovanili dei Comuni di Cattolica e di San Giovanni in Marignano, con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Giovanili della Provincia di Rimini. Prevede la realizzazione di un laboratorio musical-teatrale gestito dai giovani del territorio e finalizzato all’allestimento di uno spettacolo finale “Il viaggio di Ulisse – Parodia dell’ Odissea”, con la regia della compagnia Fratelli di taglia.
Qual è il ruolo della vostra Associazione in questo progetto?
L’Associazione Alternoteca ha, in particolare, la finalità di facilitare l’attivazione del laboratorio, coinvolgendo i giovani e nello stesso tempo accompagnandoli sul piano educativo-relazionale.
Si è scelto di orientare il calendario degli incontri verso il venerdì, sia per dare la possibilità agli studenti universitari fuori sede di tornare a casa e permettere loro di continuare ad avere occasioni di svago nel territorio, sia per fornire un’occasione di divertimento alternativa, ad inizio weekend.
Qual è stata la risposta dei giovani a questa iniziativa?
Il gruppo dei ragazzi partecipanti al laboratorio è composto da alcuni che avevano già partecipato nel 2006/2007 al laboratorio di teatro “La fantastica storia del Pifferaio Magico” organizzato sempre da Alternoteca, ed altri che sono stati richiamati dai vari canali informativi adottati.
Il risultato, visti le presenze ed il target, così variegato, è stato davvero entusiasmante, perché i
ragazzi hanno risposto in modo positivo: infatti ad oggi già 32 ragazzi (20 femmine e 12 maschi) hanno preso parte alle lezioni. Gli iscritti sono una trentina, ma le richieste di partecipazione continuano e ad ogni incontro si presentano nuovi ragazzi.
Il gruppo che si è creato è totalmente eterogeneo, in quanto formato da genere diverso, età molto variegata (dai 14 ai 29 anni), formazione scolastica diversa (dalle medie inferiori all’università) studenti e lavoratori, e da una formazione artistica differente (sono presenti ragazzi che hanno già fatto teatro e altri che sono alla loro prima esperienza). E’anche presente un ragazzo diversamente abile.
Ma non crea problemi questa eccessiva eterogeneità?
Quello che inizialmente poteva essere considerato un ostacolo (la diversità dei partecipanti) si è rivelato invece una grande risorsa, perché si è da subito creato un ottimo rapporto tra gli attori, anzi i più grandi spronano ed aiutano i più piccoli e viceversa, in un clima davvero piacevole, che favorisce anche incontri al di fuori del laboratorio stesso. Alle lezioni sono sempre presenti uno o più membri dell’Associazione che accolgono i ragazzi, partecipano alle prove, favorendo l’instaurarsi del dialogo e delle relazioni, risolvendo eventuali problemi e all’uscita allietando con qualcosa da mangiare e da bere.
A che punto è la preparazione dello spettacolo finale?
Dopo quattro lezioni di laboratorio formativo sul teatro, nelle ultime quattro lezioni si è lavorato sul copione da mettere in scena, sono ormai state assegnate tutte le parti: alcune sono state indicate dai registi stessi, altre sono state auto-proposte dai ragazzi, per altre, molto contese, si è dato vita a vere e proprie audizioni. Tutto ciò ha contribuito a sviluppare nei ragazzi stessi sia autocritica che riconoscimento dei propri limiti e fiducia nelle proprie potenzialità.
Per la parte musicale abbiamo contatto il gruppo T.n.t., che già ha collaborato per la parte musicale nello spettacolo dell’anno scorso, coinvolgendo anche altri ragazzi interessati alla musica. Abbiamo dato loro spartiti e testi delle canzoni (parodie di canzoni famose) che i ragazzi stanno provando autonomamente.
A breve saranno attivati anche un percorso di scenografie e la realizzazione dei costumi; abbiamo già contattato gli esperti che seguiranno i ragazzi nei mini-laboratori: un falegname, una costumista, una sarta…
Le lezioni termineranno a fine marzo. Dal mese di aprile sono previste le rappresentazioni; per ora sono in programma due repliche, una a Cattolica ed una a San Giovanni in Marignano in date e luoghi da definirsi.
Oltre al Cantiere Giovane, avete altre iniziative in programma?
Venerdì 7 e sabato 8 marzo si svolgerà Rockattolica, il tradizionale appuntamento con i concerti delle band musicali giovanili del territorio presso la discoteca Le Club in viale Bovio. Domenica 9 marzo, alle 16, presso la stessa discoteca ci sarà l’aperitivo…rock buffet gratis con due ore di musica in compagnia dei Mr. Pig e Hazy Dream in concerto. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.
Per contattare Alternoteca: Fabio 333 4772527 alternoteca@libero.it

di Paolo Saracino

Lascia un commento

Archiviato in Cultura